Ecco il calendario editoriale 2020!

Ecco il calendario editoriale 2020!

Dopo il successo dei calendari 2018 e 2019 ecco che arriva anche il calendario editoriale 2020 per organizzare i contenuti di tutti i tuoi canali digitali.

Quando ho creato il mio primo calendario editoriale l’ho fatto semplicemente per condividere uno strumento che uso quotidianamente. Poi il successo del primo anno mi ha spinto a continuare nel 2018. Ma non mi sarei mai aspettata che la versione 2019 fosse scaricata in un anno da oltre 2.600 utenti!.

Ecco quindi la nuova versione per il 2020. Come sempre nel calendario editoriale potrai organizzare e pianificare i contenuti del tuo blog, dei tuoi canali social o della tua newsletter per l’intero anno.

Per questa nuova versione ho aggiunto però qualcosa in più: una sezione interamente dedicata all’impostazione del profilo Instagram, con uno schema di organizzazione del feed e delle stories.

La nuova sezione dedicata a Instagram, una novità del calendario editoriale 2020

Infatti oggi più che mai è importante creare un feed Instagram curato, scegliendo un pattern visivo e rispettando un’alternanza prestabilita di contenuti. E con l’importanza crescente delle Stories è altrettanto importante stabilire a priori la tipologia di contenuti da riversarvi. Per questo io cerco di chiarirmi le idee con degli schemi di riferimento. Spero che questa formula sia utile anche per te, e visto che si tratta di una novità sarei felicissima di sapere che ne pensi. Come sempre se ti va puoi scrivermi nei commenti o inviare un feedback via email.

Nella sezione “Instagram” troverai anche un’area dove appuntare gli hasthtag da usare per i tuoi contenuti.

Il calendario editoriale: di cosa si tratta?

Se non hai mai usato uno dei calendari precedenti, ti spiego in breve qualche dettaglio su questo utilissimo strumento.

Il calendario è un semplice modello che ti aiuterà a elaborare il tuo piano editoriale. Si tratta di un foglio di calcolo di Google Drive che puoi utilizzare da subito per organizzare e programmare i contenuti dei tuoi canali online – oppure con qualche modifica anche di quelli offline.

Infatti è un modello molto versatile e completamente editabile: puoi rimuovere o aggiungere canali, decidere se usare il dettaglio della programmazione settimanale o solo quella mensile.

Per chi usa Google Drive: ricorda che per utilizzare il calendario basta copiarlo e aggiungerlo ai tuoi file per utilizzarlo da subito. Ma se preferisci puoi anche scaricarlo in uno dei formati disponibili.

Perché questo calendario e non un altro?

Non fraintendermi: non ti sto proponendo la soluzione definitiva per i tuoi contenuti. Non mi sognerei mai di farlo, anche perché in questo lavoro ho imparato subito che la soluzione definitiva non esiste.

Inoltre non esiste un solo modello di calendario editoriale: ognuno ha il suo metodo e le sue esigenze. Questo è semplicemente quello che uso per molti dei miei progetti.

L’ho testato, condiviso con collaboratori e clienti e non mi ha mai tradito.

Ci sono altre soluzioni? Naturalmente sì! Esistono tanti strumenti, gratuiti e a pagamento, che possono aiutarti in questo compito, ne ho parlato anche in un post generale dedicato proprio ai calendari editoriali – se non l’hai letto lo trovi nell’archivio di questo blog.

Però ci sono situazioni in cui la semplicità è la soluzione migliore, soprattutto se hai poco budget o se clienti e collaboratori non amano le soluzioni cloud. Questo calendario è anche un’ottima soluzione per quando vuoi solo buttare giù qualche idea al volo ma non sai ancora come avanzerà il tuo progetto.

Come ho già scritto in altre occasioni non esiste lo strumento migliore in assoluto: esiste lo strumento che si adatta alle tue necessità.

Quindi sperimenta il più possibile e poi seleziona il set di attrezzi che ti permettono di lavorare più velocemente.

Posso condividere il calendario?

Se pensi che il calendario editoriale 2020 sia utile sei libero/a di usarlo, condividerlo o anche modificarlo come meglio credi.

Nell’ultima sezione del file trovi tutti i dettagli sui crediti e sull’utilizzo del file stesso, comprese le regole per condividerlo. Se invece non fa per te… bè, amici come prima 😉.

Se vuoi propormi miglioramenti o hai comunque qualche suggerimento, scrivimi nei commenti oppure mandami una mail e sarò felice di prendere in considerazione qualunque consiglio.

Perché un calendario editoriale?

Non hai mai utilizzato un calendario editoriale? In questo caso forse ti starai chiedendo perché cominciare a farlo ora. Bè, per farla breve ecco un riassunto veloce

  • Mantenere ordine: per promuovere il nostro blog o la nostra attività oggi utilizziamo tanti canali diversi, online e offline. Per molti di questi canali occorre stabilire un piano editoriale vero e proprio. Si tratta quindi di stabilire cosa pubblicare e quando.  Certo, non tutta la tua attività di marketing o comunicazione è adattabile a un calendario, ma gran parte sì.
  • Controllare e distribuire: che tu sia da solo/a o in team arriverà il momento in cui farai fatica a mantenere tutto sotto controllo. Un piano e un relativo calendario, meglio se condiviso, possono essere degli strumenti preziosi per distribuire compiti con vari collaboratori e/o dipendenti. Nella sezione “Contenuti” del calendario editoriale 2020 troverai ad esempio una colonna per monitorare lo stato di avanzamento (contenuto assegnato, completato, ecc.) e una per scrivere il nome di chi ha in carico quello specifico contenuto.

Se poi hai ancora qualche curiosità o ancora non sei convinto/a puoi leggere questo post dedicato all’utilizzo dei calendari editoriali, nel quale spiego nel dettaglio perché è indispensabile averne uno.

Cosa troverai nel template del calendario editoriale 2020

Come in passato anche nel calendario 2020 troverai:

  • un calendario annuale
  • un modello per la programmazione settimanale
  • un foglio per tenere traccia dei contenuti
  • un nuovo foglio dedicato ad Instagram
  • Le note con i credits e qualche consiglio per l’utilizzo del documento oltre alle poche regole per la condivisione.

Il calendario annuale è organizzato in modo da avere i mesi e le settimane (numerate) organizzati per righe, mentre le colonne rappresentano i tuoi canali. Ovviamente non sei obbligato a utilizzarli tutti. In realtà ti consiglio di nascondere o eliminare le colonne che non ti interessano.

💡Bonus: in cima alla pagina troverai i mesi dell’anno: basta cliccare sul nome il calendario scorrerà direttamente al mese selezionato.

Nel calendario annuale troverai anche alcune festività, ricorrenze e avvenimenti che possono diventare spunti per campagne ad hoc o per la creazione di contenuti social. La lista non è in alcun modo esaustiva e sicuramente alcune festività saranno inutili, mentre forse ne mancheranno altre per mercati specifici. Personalizza le colonne con date ed eventi rilevanti per il tuo settore di riferimento: le date delle varie fashion week per chi lavora nel mondo della moda, le date del Fuori Salone per chi si occupa di design, ecc.

Il modello settimanale invece contiene il dettaglio delle fasce orarie: così potrete programmare la distribuzione dei contenuti durante le singole giornate.

Il foglio dei contenuti invece è una griglia che può essere utile quando dovete programmare i contenuti per vari canali, ma potete usarla anche solo per segnarvi le idee per i prossimi post. In questo modello, oltre ai campi per titolo e keywords, troverete anche una colonna per inserire il link al contenuto (utile per quegli elementi da condividere sui social). Infine ho inserito una colonna in cui tenere traccia dell’avanzamento del lavoro: questo ad esempio è particolarmente utile se i compiti sono suddivisi tra più collaboratori, per sapere a che punto è il lavoro.

Il nuovo foglio Instagram può essere utilizzato per impostare il tuo feed e la tipologia di Stories che vuoi pubblicare. Ho anche lasciato spazio per scrivere le serie di hashtag che vuoi utilizzare. Ovviamente puoi aggiungere le sezioni che preferisci: ad esempio potresti inserire una sezione colore come riferimento per la palette da utilizzare nel tuo schema.

Come utilizzare il template

Il calendario editoriale 2019

Per utilizzare il template del Calendario Editoriale 2019 basta cliccare sul link che trovi qui sotto, accedere con il proprio account Google e quindi creare una copia del file sul proprio spazio Google Docs.

Per farlo basta cliccare su “File” nel menù in alto e poi scegliere “Crea una copia”. In questo modo sarà creato un file identico all’originale nel proprio Google Drive e potrai lavorare liberamente sul file, renderlo privato o condividerlo con chi vuoi senza modificare l’originale.

menu file crea copia google drive calendario
Per creare una copia del file nel proprio Google Drive basta selezionare “File” e poi “Crea una copia”

Se non hai un account puoi comunque scaricare il file e utilizzarlo su Excel o Open Office – ma in questo caso alcune celle potrebbero non funzionare correttamente.

Come sempre se hai suggerimenti o vuoi solo lasciare un feedback su questo modello utilizza i commenti qui sotto. Se invece vuoi sempre essere aggiornato/a su nuovi file gratuiti e in generale sui prossimi post non dimenticare di iscriverti alla newsletter  😉.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *